Pilates Miofasciale

Istruttrice

Elisa Fabbri (Base)

Istruttrice

Elisa Fabbri (Avanzato)

Istruttrice

Elisa Fabbri (Avanzato)

}

Martedì e Giovedì

17.00 – 18.00

}

Martedì e Giovedì

18:00 – 19:00

}

Lunedì e Mercoledì

18:30 – 19:30

Pilates Miofasciale

Che cosa è la fascia?
E’ un concetto piuttosto recente, sul quale si è acceso l’interesse dei ricercatori.
La fascia è il tessuto connettivo che permea il nostro corpo: avvolge ossa, muscoli, organi, da forma e sostiene i tessuti.
Gli studi scientifici stanno sempre di più evidenziando l’importanza delle strutture fasciali: generano energia e movimento in ogni direzione, sono responsabili della nostra postura ed anche delle sue eventuali disarmonie.
Thomas Myers lo definisce “ il tessuto biologico”.
L’allenamento miofasciale consiste in cinque strategie: percepire, allungare, mobilizzare. muovere e rilassare la fascia. Ognuna di esse prevede una serie di movimenti dai più semplici ai più complessi con l’obiettivo di rendere il nostro corpo più elastico e flessibile.
Il Pilates è una disciplina che attraverso una serie mirata di esercizi tonifica e rinforza i nostri muscoli, specialmente quelli localizzati nella schiena e del “core” (centro del potere) con un forte impatto posturale. Sempre ricercatissimo dagli utenti si colloca come una vera pietra miliare nelle palestre ormai da anni.
Questi due metodi, uno giovane e l’altro ideato più di un secolo fa, finalmente possono incontrarsi e dare origine a una nuova chiave di lettura dello storico repertorio di Joseph Hubertus Pilates.
Il lavoro sulla fascia è il punto di partenza per svolgere gli esercizi in maniera certamente controllata ma soprattutto elastica, leggera, fluida e libera.
Siamo abituati a pensare in maniera settoriale solo ai nostri muscoli, a definirli, a scolpirli, ma spesso non a ciò che da loro realmente forma e nutrimento. Questo non vuol dire sostituire gli altri allenamenti, ma completarli ed arricchirli. O in una semplice parola…. rivoluzionarli!

“Non c’è cosa che non venga resa più semplice attraverso la costanza e la familiarità e l’allenamento. Attraverso l’allenamento noi possiamo cambiare; noi possiamo trasformare noi stessi.”
Dalai Lama

Perché scegliere questo corso?

  • Perché è un allenamento rivoluzionario
  • Perché ha un forte impatto sulla flessibilità
  • Perché è dinamico e divertente
  • Perché lo puoi integrare con altri allenamenti
  • Perché è movimento puro

Quali benefici fisici/psicologici/psicomotori può apportare?

  • Benefici fisici (forza, flessibilità, propriocezione, mobilità, elasticità, miglioramento del tono muscolare e della postura)
  • Benefici psicologici (leggerezza, benessere psico-fisico)

Per chi è indicato il Pilates Miofasciale?

Per tutti

A che età si può praticare?

Dall’adolescenza all’età adulta

La storia del Pilates Miofasciale

Thomas Myers: studi sulla fascia e meridiani miofasciali
Ester Albini: cofondatrice della Functional Training School ideatrice del metodo Pilates Miofasciale

1°LIVELLO

E’ il livello base nel quale si introducono gradualmente le cinque strategie funzionali dell’allenamento miofasciale:
-Percezione del linee miofasciali
-Energia elastica
-Allungamento miofasciale
-Mobilità
-Nutrimento della fascia
Il pilates incontra il mondo della fascia per fondersi insieme in un connubio eccezionale di forza, elasticità e leggerezza. Tutto in un unico straordinario allenamento.

A CHI E’ INDICATO IL 1 LIVELLO

– A chi vuole imparare a percepire e conoscere il proprio corpo
– A chi vuole un corpo forte e flessibile
– A chi vuole risolvere disarmonie posturali
– A chi vuole sperimentare un allenamento diverso
– A chi è curioso

2°LIVELLO

E’ il livello intermedio/avanzato successivo al primo livello. I destinatari di questo corso sono gli utenti che già hanno praticato almeno un anno le basi di questo tipo di allenamento integrato con gli esercizi Pilates e che possono pertanto cimentarsi in esercizi più complessi.

A CHI E’ INDICATO IL 2 LIVELLO

– A chi ha già esperienza dell’allenamento miofasciale
– A persone in generale non sedentarie che non hanno particolari rigidità e dolori muscolari e che vogliono provare un allenamento diverso. In ogni caso è consigliata una lezione di prova individuale prima di inserirsi eventualmente nel corso.