Powerlifting

Istruttore

Fabio Mirolli

}

I giorni e gli orari dovranno essere concordati con l’istruttore

Powerlifting

Il Powerlifting è a tutti gli effetti una disciplina sportiva che utilizza i sovraccarichi/pesi per allenarsi, il bilanciere è lo strumento principalmente utilizzato. Mediante i tre esercizi fondamentali: Squat, Panca Piana e Stacco da Terra e l’utilizzo di movimenti e posture specifiche, possiamo sviluppare la nostra forza, la coordinazione e il controllo motorio del corpo accrescendo e migliorando in questo modo non solo la nostra forza massimale, che è la capacità del muscolo in sinergia con il sistema nervoso di sviluppare la massima tensione utile per superare e resistere all’opposizione di una forza esterna caratterizzato da un carico, ma costruiremo e svilupperemo una condizione fisica e sportiva migliore. Per allenare la forza massima è necessario utilizzare una diversa gamma d’intensità di carichi fino a quelli alti tra l’80-85% dove si riscontra un maggior reclutamento muscolare e l’esecuzione diventa più istintiva fino ad arrivare al 100%. Tenete presente che il massimale non è un carico da usare abitualmente nel proprio allenamento, in quanto è una prestazione “record” che si può ripetere in particolari condizioni di forma fisica e psichica.

Quali benefici fisici/psicologici/psicomotori può apportare?

I motivi possono essere tanti ma principalmente è perché non vogliamo essere deboli e anche perché un corpo forte è un corpo resistente e temperato allo sforzo e allo stress.
• Migliorare la forza massimale aiuta a migliorare la prestazione atletica in qualsiasi sport.
• Aumento della massa magra e di conseguenza del nostro metabolismo di base.
• Miglioramento dell’apparato scheletrico e articolare e di conseguenza della postura
• Rafforzamento del tessuto connettivo (tendini e legamenti) e densità ossea, con prevenzione agli infortuni
• aumento dell’autostima e della propria sicurezza.

Per chi è indicato questo sport?

Tutti possono praticare il Powerlifting sia uomini che donne, ognuno avrà obbiettivi sportivi ed esigenze diverse ma quello che offre questa disciplina oltre ad un miglioramento della forza di base garantisce un miglioramento prestativo sportivo, posturale ed estetico oltre che psicologico, tutto sempre in riguardo e sicurezza assoluta e indiscussa. Per eventuali patologie e problematiche fisiche sarà valutato da un personal esperto in modo da adattare l’allenamento al nuovo praticante.

A che età si può fare questo sport?

Non c’è una vera età adatta per praticare questa disciplina ma io consiglio in età adolescenziale dai 16/18 anni in su, questo perché in questa età i rischi d’infortuni sono molto minori ed eventuali recuperi sono molto più rapidi e c’è una maggiore crescita e sviluppo ma non c’è un età più adatta anche per chi volesse praticarlo a livello agonistico.

Breve storia del Power Lifting

Per molti anni il Powerlifting e la Pesistica vennero spesso confusi o considerati la stessa cosa soprattutto per il loro sviluppo parallelo negli anni. Negli anni trenta si diffuse l’esercizio del piegamento delle cosce sulle gambe, conosciuto come Squat, mentre la distensione su panca piana si diffuse solo nel dopo guerra. Le prime gare si tennero negli Stati Uniti, ma per quelle ufficiali a livello internazionale bisogna aspettare gli inizi degli anni settanta. Nel frattempo la pesistica si stava focalizzando su due movimenti: lo strappo e lo slancio. Da questo momento in poi i due Sport cominciarono a distinguersi principalmente per il tipo d’esecuzione dell’esercizio: nella pesistica l’atleta doveva sollevare il peso da terra fin sopra la testa quindi i carichi sono molto più leggeri con movimenti più ampi e con un rapporto tra forza e rapidità d’esecuzione. Al contrario nel Powerlifting i movimenti sono più corti e di conseguenza i carichi sono molto alti e si concentra sulla pura forza e richiede un incredibile resistenza allo sforzo. Nel 1970 nacque l’IPF (International Powerlifting Federation) negli Stati Uniti e ben presto si affermò come unica federazione che a livello mondiale avesse la capacità di coagulare il movimento di questo sport.